RIVISTA WEB

Last update:  giovedì, 18 aprile 2019 12.47.32

IN FASE DI AGGIORNAMENTO

Presentazione della rivista

"Non è la libertà che manca,

mancano gli uomini liberi".

(Leo Longanesi, 1956)

IN PRIMO PIANO

 

"L’AZIENDA SPECIALE NON È LEGITTIMATA ALL’ACQUISTO DI UNA NUOVA FARMACIA PRIVATA. NOTA A TAR VENETO, VENEZIA, SEZ. III, 16 MAGGIO 2018 N. 663. PRES. ROVIS – EST. SPATUZZI" di Matteo Pressi, Cultore di Diritto Regionale e degli Enti Locali Università degli Studi di Verona.

continua>>

"LA RIDONDANZA DEL VIZIO DI INCOMPETENZA LEGISLATIVA NEL GIUDIZIO DI PARIFICAZIONE (Corte costituzionale Sentenza n. 196/2018)" di Pelino Santoro, Presidente on. della Corte dei conti.

continua>>>

"L’ACCESSO ALLA GIUSTIZIA COSTITUZIONALE DELLE SEZIONI REGIONALI DI CONTROLLO DELLA CORTE DEI CONTI IN MATERIA DI EQUILIBRI FINANZIARI (Corte costituzionale - Sentenza n. 18/2019)" di Pelino Santoro, Presidente on. della Corte dei conti.

continua>>>

"COMMENTO ALLA SENTENZA N. 18/2019 CORTE COST.: IL PRESUPPOSTO OGGETTIVO DELLA LEGITTIMAZIONE DELLA SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO A SOLLEVARE INCIDENTE DI COSTITUZIONALITÀ E LA NECESSITÀ DI ARGINARE “ZONE FRANCHE” SU NORME POSTE A TUTELA DELLA SANA GESTIONE FINANZIARIA E DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO RISPETTO AL SINDACATO DI COSTITUZIONALITÀ" del Dottor Bruno Lomazzi, Funzionario della Corte dei conti.

continua>>>

"CORTE DEI CONTI E COMPENSO DEGLI AMMINISTRATORI DI AZIENDE SPECIALI CONSORTILI" di Jacopo Bercelli, Prof. Associato di Diritto Amministrativo Università degli Studi di Verona.

continua>>>

"LA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE N. 196 DEL 2018. LA LEGITTIMAZIONE DELLA CORTE DEI CONTI A RILEVARE L’INCOSTITUZIONALITÀ DI UNA LEGGE REGIONALE IN SEDE DI GIUDIZIO DI PARIFICA del Dott. Egidio Di Gregorio, Funzionario della Corte dei conti.

continua>>>

"LA POSIZIONE DEL PRIVATO TRA IL VINCOLO DI LOCALIZZAZIONE E DI ZOONIZZAZIONE NEL PIANO URBANISTICO COMUNALE" dell’Avv. Prof. Adriano Tortora.

continua>>

"OSSERVAZIONI SULL’INAMMISSIBILITÀ SOGGETTIVA DELLA RICHIESTA DI PARERE ALLA CORTE DEI CONTI EX ART. 7, COMMA 8 DELLA L. 5 GIUGNO 2003, N. 131 SOTTOSCRITTA DAL VICESINDACO" di Matteo Pressi, Cultore di Diritto Regionale e degli Enti Locali Università degli Studi di Verona.

continua>>

"LA DISCREZIONALITA’ TECNICA E IL SINDACATO GIURISDIZIONALE DELLE AUTORITA’ INDIPENDENTI" dell’Avv. Prof. Adriano Tortora.

continua>>

.

 


 


 

.

Osservatorio degli sprechi e della corruzione a cura di Salvatore Sfrecola

Osservatorio Costituzionale a cura di Salvatore Sfrecola

Atti Convegno "La Corte dei conti nell’età del federalismo"

Speciale 150° anniversario dell’istituzione della Corte dei conti


  

I LIBRI DI SALVATORE SFRECOLA
DOTTRINA

"L’AREA DI CONFINE TRA IL DIRITTO AMMINISTRATIVO E LA CONTABILITA’ DI STATO" del Dottor Sergio De Dominicis.

continua>>>

"IL TRAVAGLIATO ITER GIURIDICO DELLA RIFORMA DELLE BANCHE POPOLARI: PERPLESSITÀ E LIMITI DELLA RIFORMA ATTUALE" dell’Avv. Prof. Adriano Tortora.

continua>>

"DDL Anticorruzione: Nuove prospettive di contrasto" dell’Avv. Prof. Adriano Tortora.

continua>>

"LA PRESCRIZIONE PENALE AD LIBITUM, VALORI COSTITUZIONALI E COMUNITARI" del Prof. Fabrizio Giulimondi.

continua>>>

"ACCERTAMENTI INCIDENTALI: POTERI DI COGNIZIONE DEL GIUDICE CONTABILE NEI CONFRONTI DI ATTI O FATTI SULLA CUI LEGITTIMITÀ È CHIAMATO A STATUIRE ALTRO GIUDICE. LIMITI AL POTERE DI SOSPENSIONE DEL PROCESSO IN PRESENZA DI QUESTIONI PREGIUDIZIALI PENDENTI PRESSO IL GIUDICE CIVILE, PENALE O AMMINISTRATIVO" di Antonio Vetro, Presidente on. della Corte dei conti.

continua>>>

"LE PROCEDURE DI RIEQUILIBRIO FINANZIARIO DEGLI ENTI LOCALI" del Dott. Egidio Di Gregorio, Funzionario della Corte dei conti.

continua>>>

"BREVI RIFLESSIONI SULL'ATTO DI RITIRO DELLE DIMISSIONI DEL SINDACO COMUNALE ANCHE ALLA LUCE DEI POTENZIALI PARALLELISMI CON GLI EFFETTI PROPRI DELLA QUESTIONE DI FIDUCIA APPONIBILE DAL GOVERNO NAZIONALE (NOTE A MARGINE “DELLA REVOCA DELLE DIMISSIONI IRREVOCABILI” DEL SINDACO DEL COMUNE DI MONTEFLACONE NEL SANNIO)" di Antonio Mitrotti, Dottorando di ricerca in Diritto Pubblico comparato presso l’Università degli Studi di Teramo.

continua>>>

"Sul concetto di Rivoluzione. Una libera combinazione e rielaborazione sulla base delle idee di E. J. Sieyès e di Santi Romano"  di Renato Federici, Professore associato di diritto amministrativo a r. Università di Roma - Sapienza.

continua>>>

"PROBLEMATICA SULLA RIPARTIZIONE DELLA GIURISDIZIONE FRA GIUDICE ORDINARIO E CONTABILE PER DANNI CAGIONATI DA AMMINISTRATORI E DIPENDENTI DI SOCIETÀ PARTECIPATE DA ENTI PUBBLICI, ALLA LUCE DELLA PIÙ RECENTE GIURISPRUDENZA" di Antonio Vetro, Presidente on. della Corte dei conti.

continua>>>

GIURISPRUDENZA  a cura di Giuseppe Girone                                                                                                 ARCHIVIO

Corte dei conti

Corte dei conti, Sezione giurisdizionale per la regione Siciliana - Sentenza n. 243 dell'8 aprile 2019 - Il fermo amministrativo previsto dall'art. 69 r.d. 18 novembre 1923, n. 2440 è un provvedimento di autotutela cautelare, di carattere eccezionale, che sospende il pagamento di un debito di un'amministrazione verso un soggetto a tutela di un credito della stessa o di altra amministrazione, rispetto al medesimo soggetto, con lo scopo di consentirne la compensazione. Il provvedimento di fermo, che trova applicazione fra amministrazioni statali, non può essere emesso ed eseguito quando il debito è a carico di amministrazioni non statali, ovvero di enti pubblici con personalità giuridica distinta dallo Stato (INPS, Fondo di previdenza per il personale del Ministero dell’Economia e delle Finanze). da www.corteconti.it
 

Corte dei conti, Sezione giurisdizionale per la regione Siciliana - Sentenza n. 212 del 26 marzo 2019 - La prospettazione di una possibile responsabilità erariale per il mancato conseguimento delle indennità di occupazione dovute dai privati occupanti di immobili abusivi in favore dei Comuni richiede -oltre ai requisiti oggettivi e soggettivi generali della responsabilità erariale- la presenza contemporanea dei seguenti presupposti: 1)- il completamento della procedura prevista dall’art. 31, commi 3 e 4 , del d.P.R. 6 giugno 2001 n. 380, contraddistinta dalla formale emanazione dei provvedimenti di acquisizione dei beni al patrimonio comunale; 2)- il completamento della procedura prevista da ciascuna legge regionale per la concessione in uso di immobili abusivi a privati (nella fattispecie in esame la disciplina è prevista dall’art. 4 della legge della Regione siciliana n. 17 del 1994); 3)- la puntuale dimostrazione dell’idoneità tecnico-strutturale dell’immobile ad essere destinato a civile abitazione, la prova della sua effettiva occupazione (durata e caratteristiche della stessa) e la precisa quantificazione del valore dell’indennità. Un’eventuale responsabilità erariale può anche sussistere laddove i competenti organi comunali omettano di completare una delle summenzionate procedure; in tale ipotesi, però, già in fase preprocessuale va contestata in maniera specifica siffatta omissione. da www.corteconti.it
.

Corte dei conti, Sezione Terza giurisdizionale di Appello - Sentenza n. 39 dell'8 marzo 2019 - La prescrizione dell’azione di responsabilità amministrativa decorre dalla data dell’effettivo pagamento – sia per il danno diretto che per quello indiretto – poiché a tale momento si verifica il depauperamento dell’Ente. La conclusione di un contratto di lavori pubblici senza lo stanziamento dell’intera provvista finanziaria - ma con la clausola espressa che la realizzazione dei lavori avverrà per singoli lotti previa la disponibilità dei fondi - non costituisce un comportamento negligente né potrebbe dare luogo ad un legittimo affidamento in capo all’esecutore dei lavori. Tenuto conto inoltre che ai sensi della legge di contabilità di Stato è possibile suddividere i lavori pubblici per lotti in base alla disponibilità finanziaria dell’Ente, qualora ciò sia riconosciuto vantaggioso per l’amministrazione. da www.corteconti.it
.

Corte dei conti, Sezione in sede giurisdizionale in speciale composizione - Sentenza n. 5 del 18 febbraio 2019 - Il controllo del giudice contabile sulle misure correttive adottate dall’ente ai sensi dell’art 148bis del Tuel, è svolto in termini unitari ed onnicomprensivi: non è possibile, pertanto, ipotizzare una riapertura parziale della fase accertativa in funzione della tipologia delle misure disposte con conseguente disponibilità per l’ente di un nuovo termine di sessanta giorni. Il blocco della spesa relativa ai programmi per i quali è stata accertata la mancata copertura o insussistenza della spesa, può essere riferito alla spesa di carattere non obbligatorio, unitariamente intesa, e quindi ai programmi che l’ente ha finanziato in base alla sua discrezionalità. da www.corteconti.it
.

Corte dei conti, Sezione in sede giurisdizionale in speciale composizione - Ordinanza  n. 5 del 18 febbraio 2019 - Non è manifestamente infondato, in relazione agli articoli 3, 81, 97, c.1., 119, c. 6, e 136 Cost., il dubbio sulla legittimità costituzionale dell'art. 2, c. 6, del d.l. 19 giugno 2015, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla l. 6 agosto 2015, n. 125, come interpretato autenticamente dall’art. 1, c. 814, della l. 27 dicembre 2017, n. 205, che consente agli enti destinatari delle anticipazioni di liquidità di cui all'art. 1 del d.l. 8 aprile 2013, n. 35, convertito, con modificazioni, dalla l. 6 giugno 2013, n. 64, di utilizzare la quota del risultato di amministrazione accantonata per sterilizzare gli effetti delle predette anticipazioni, ai fini dell'accantonamento al fondo crediti di dubbia esigibilità. da www.corteconti.it
.

Corte dei conti, Sezione Terza giurisdizionale di Appello - Sentenza n. 13  del 4 febbraio 2019 - In materia di somme dovute dai produttori all'Agea per l’eccedenza di produzione di latte (c.d. quote latte), in adempimento di obblighi comunitari, viene individuato nella filiera produttiva un soggetto (la cooperativa) che trattiene presso di sé (o riscuote in altro modo) le somme dovuti dagli allevatori. Tale posizione comporta in capo alla cooperativa l’esistenza degli obblighi propri dell’agente contabile anche in assenza di un rapporto di servizio con l’amministrazione. Le somme in esame, infatti, sono provviste di un vincolo di indisponibilità di natura pubblicistica ancorchè siano gestite da soggetti privati. Ogni violazione relativa all’integrale e corretto riversamento di tali somme alle casse dell’Ente pubblico (Agea), così come ogni altro utilizzo incompatibile con le finalità predette, costituisce un illecito sottoposto alla giurisdizione della Corte dei conti.  da www.corteconti.it
.

Corte dei conti, Sezione in sede giurisdizionale in speciale composizione - Sentenza n. 1 del 15 gennaio 2019 - In materia di parifica regionale l’interesse a ricorrere, sussiste quando viene contestata la conformità a legge delle verifiche compiute. Il giudice della parifica non può ritenersi vincolato ad un proprio precedente, quando, per l’assenza di un’analisi peculiare su un determinato dato contabile, non sia stata rilevata l’inosservanza di una norma. Il disavanzo d’amministrazione si ripiana (o si riduce nei casi previsti di ripiano pluriennale), se nel consuntivo relativo all’esercizio al quale è stato applicato si accerta un miglioramento del risultato d’amministrazione. La disposizione contenuta nell’articolo 4, comma 2 del d.m. 2 aprile 2015 per il maggior disavanzo da riaccertamento dei residui, è una norma meramente tecnica, attuativa di principi generali dettati dalla Costituzione e dal d.lgs. n. 118/2011. da www.corteconti.it
.

Corte dei conti - Controllo e consulenza

Corte dei conti, Sezioni delle Autonomie - Delibera n. 2 del 21 dicembre 2018 - Possibilità di riconoscere gli incentivi previsti dall’art. 113 del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50 (Codice dei contratti pubblici) anche per le funzioni tecniche svolte dai dipendenti pubblici in relazione ai lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria. da www.corteconti.it
.

Corte dei conti, Sezione di controllo sugli enti - Determinazione n. 132 del 20 dicembre 2018 - Determinazione e Relazione sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria dell' Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS) per l’esercizio 2017. da www.corteconti.it
.

Corte Costituzionale

Corte costituzionale - Sentenza n. 18 del 19 febbraio 2019 - Pres. Lattanzi, est. Carosi - Corte dei conti - Controllo legittimità cogente - Legittimazione questioni costituzionalità. Enti locali strutturalmente deficitari - Rimodulazione piani riequilibrio – Restituzione trentennale anticipazioni. Violazione principi costituzionali. La pregiudiziale della legittimazione della sezione regionale di controllo della Corte dei conti a sollevare questioni di legittimità costituzionale va risolta in senso affermativo, in coerenza con la sentenza n. 226 del 1976, che ha individuato i requisiti necessari e sufficienti affinché le questioni sollevate dalla Corte dei conti in sede di controllo preventivo di legittimità sugli atti possano considerarsi promanare da un «giudice» nel corso di un «giudizio», considerato che il controllo sui bilanci e sugli equilibri finanziari degli enti locali, così come disciplinati dal decreto legge 10 ottobre 2012, n. 174, è ascrivibile al controllo di legittimità-regolarità, ed è munito di una definitività che non è reversibile se non a opera della stessa magistratura dalla quale il provvedimento promana. La normativa derogatoria che consente di dilazionare il piano di riequilibrio finanziario degli enti locali in un periodo trentennale contrasta con gli articoli 81 e 97 della Costituzione sotto tre diversi profili: 1) violazione dell’equilibrio del bilancio, in relazione alla maggiore spesa corrente autorizzata nell’arco del trentennio; 2) violazione dell’equità intergenerazionale, per aver caricato sui futuri amministrati gli oneri conseguenti ai prestiti contratti nel trentennio per alimentare la spesa corrente; 3) violazione del principio di rappresentanza democratica, perché sottrae agli elettori e agli amministrati la possibilità di giudicare gli amministratori sulla base dei risultati raggiunti e delle risorse effettivamente impiegate nel corso del loro mandato.
.

Corte costituzionale - Sentenza n. 196 del 9 novembre 2018 - Pres. Lattanzi, red. Sciarra. - L. R. Regione Liguria n. 10 e 42/2008. Corte dei conti - Giudizio di parifica - Legittimazione questioni costituzionalità. Corte dei conti - Giudizio di parifica - Questioni costituzionalità - Parametri scrutinio - Violazione equilibri finanziari. Corte dei conti - Questioni costituzionalità - Violazione competenza legislativa Stato - Ridondanza. Le sezioni regionali di controllo della Corte dei conti in sede di giudizio di parificazione dei rendiconti regionali sono legittimate a sollevare questioni di costituzionalità, sussistendo tutte le condizioni richieste quali: a) applicazione di parametri normativi; b) giustiziabilità del provvedimento in relazione a situazioni soggettive dell’ente territoriale eventualmente coinvolte c) pieno contraddittorio, sia nell’ambito del giudizio di parifica esercitato dalla sezione di controllo della Corte dei conti, sia nell’eventuale giudizio ad istanza di parte. La legittimazione in sede di giudizio di parificazione è stata riconosciuta, con riferimento ai parametri costituzionali posti a tutela degli equilibri economicofinanziari. ai quali vanno ora accostati, ai limitati fini del presente giudizio e alla luce delle peculiarità di esso, i parametri attributivi di competenza legislativa esclusiva allo Stato, poiché in tali casi la Regione manca per definizione della prerogativa di allocare risorse. La violazione della sfera di competenza esclusiva legislativa statale in materia di ordinamento civile comporta l’illegittimità dell’iniziativa del legislatore regionale che ha disposto una spesa priva di copertura normativa, e quindi lesiva dell’art. 81, quarto comma, Cost., in quanto relativa a una voce (indennità vicedirigenti regionali e istituzione del ruolo) avvenuta senza il necessario fondamento della contrattazione collettiva.
.

Corte Costituzionale, Sentenza n. 6 dell'11 gennaio 2017 - Disavanzo tecnico e il principio di equilibrio di bilancio Breve nota di commento a cura del Dottor Salvatore Ganci, Funzionario della Corte dei conti.
.

Corte Costituzionale, Sentenza n. 251 del 25 novembre 2016 - Riforma della P.A. - Sintesi della sentenza n. 251 del 2016 relativa ad alcune deleghe della legge di riforma delle pubbliche amministrazioni.
..

Corte di Cassazione

Corte di Cassazione – Sezioni unite civili Sentenza n. 24675 del 19 ottobre 2017 - L'usura sopravvenuta non ha diritto di cittadinanza nel nostro ordinamento giuridico. Breve nota di commento a cura del Dottor Salvatore Ganci, Funzionario della Corte dei conti.
.

Corte di Cassazione – Sezioni unite civili – Sentenza n. 16601 del 5 luglio 2017 - Punitive demages e natura della responsabilità civile - Breve nota di commento a cura del Dottor Salvatore Ganci, Funzionario della Corte dei conti.
.

Consiglio di Stato

Consiglio di Stato, sede giurisdizionale (Sez. Terza) - Ordinanza n. 5003 del 22 agosto 2018 - Alimenti - Tutela – Denominazione origine protetta – Mozzarella di bufala – Produzione in locali separati – Art. 4, d.l. n. 91 del 2014 – Compatibilità artt. 3, 26, 32, 40 e 41 del TFUE e gli artt. 1, 3, 4, 5 e 7 del Regolamento 1151/2012/UE – Rimessione alla Corte di Giustizia UE - E’ rimessa alla Corte di Giustizia UE la questione se gli artt. 3, 26, 32, 40 e 41 del TFUE e gli artt. 1, 3, 4, 5 e 7 del Regolamento 1151/2012/UE, recante la disciplina sulle Denominazioni di Origine Protette, che impongono agli Stati membri di garantire sia la libera concorrenza dei prodotti all'interno dell'Unione europea sia la tutela dei regimi di qualità per sostenere le zone agricole svantaggiate, debbano essere interpretati nel senso che osta a che, secondo il diritto nazionale (dell'art. 4, d.l. 24 giugno 2014, n. 91, così come convertito dalla l. 11 agosto 2014, n. 116) sia stabilita una restrizione nell'attività di produzione della mozzarella di bufala Campana Dop da effettuarsi in stabilimenti (e locali) esclusivamente dedicati a tale produzione, e nei quali è vietata la detenzione e lo stoccaggio di latte proveniente da allevamenti non inseriti nel sistema di controllo della Dop mozzarella di bufala Campana. da www.giustizia-amministrativa.it
.

Consiglio di Stato Sez. III Giur. - Sentenza n. 1743 del 3 maggio 2016 - Il Consiglio di Stato si pronuncia in materia di interdittiva antimafia con una minuziosa ricostruzione normativa dell'istituto. da www.giustizia-amministrativa.it
.

OSSERVATORIO SULLA LEGISLAZIONE a cura di Giuseppe Girone                                                                             ARCHIVIO

PRINCIPALI DISEGNI  DI LEGGE IN FASE DI CONVERSIONE

DISEGNO DI Legge Assenteismo nella P.A. - A.S. 920 "Interventi per la concretezza delle azioni delle pubbliche amministrazioni e la prevenzione dell'assenteismo". (Approvato con modificazioni il 6 dicembre 2018 e trasmesso alla Camera dei Deputati). - A.C. 1433 (Approvato con modificazioni il 10 aprile 2019  e trasmesso al Senato). - A.S. 920-B
.

DISEGNO DI Legge Europea 2018 - A.s. 822 "Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2018". (Approvato con modificazioni il 6 dicembre 2018 e trasmesso alla Camera dei Deputati). - A.C. 1432 (Approvato con modificazioni il 12 marzo 2019 e trasmesso al Senato). - A.S. 822-B
.

DISEGNO DI Legge di delegazione Europea 2018 - A.C. 1201 "Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea - Legge di delegazione europea 2018". (Approvato con modificazioni  il 13 novembre 2018 e trasmesso al Senato). - A.S. 944
.

DISEGNO DI Legge autorità indipendenti - A.S. 89 "Norme in materia di indipendenza, trasparenza e terzietà delle Autorità indipendenti".
.

DISEGNO DI Legge COSTITUZIONALE - A.S. 44 "Introduzione della clausola di sovranità rispetto al diritto dell'Unione Europea".
.

PRINCIPALI DISEGNI DI LEGGE APPROVATI

DISEGNO DI Legge Anticorruzione - a.c. 1189 "Misure per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione e in materia di trasparenza dei partiti e movimenti politici". (Approvato con modificazioni e nuovo titolo il 22 novembre 2018 e trasmesso al Senato). - A.S. 955 "Misure per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione, nonché in materia di prescrizione del reato e in materia di trasparenza dei partiti e movimenti politici". (Approvato con modificazioni il 13 dicembre 2018 e trasmesso alla Camera dei Deputati).  -  A.C. 1189-B (Approvato definitivamente il 18 dicembre 2018, non ancora pubblicato).

LEGGE 9 gennaio 2019, n. 3 "Misure per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione, nonche' in materia di prescrizione del reato e in materia di trasparenza dei partiti e movimenti politici". (GU n. 13 del 16-1-2019) - Entrata in vigore del provvedimento: 31/01/2019.
.

DISEGNO DI Legge Di bilancio  - A.c. 1334 "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021". (Approvato con modificazioni l'8 dicembre 2018 e trasmesso al Senato). - A.S. 981 (Approvato con modificazioni il 23 dicembre 2018 e trasmesso alla Camera dei Deputati). - A.C. 1334-B (Approvato definitivamente il 30 gennaio 2018).

LEGGE 30 dicembre 2018, n. 145 "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021. (GU n. 302 del 31-12-2018 - Suppl. Ordinario n. 62).

PRINCIPALI DECRETI LEGGE IN FASE DI CONVERSIONE

DECRETO-LEGGE stabilità finanziaria BREXIT - Decreto Legge 25 Marzo 2019, n. 22 "Misure urgenti per assicurare sicurezza, stabilità finanziaria e integrità dei mercati, nonché tutela della salute e della libertà di soggiorno dei cittadini italiani e di quelli del Regno Unito, in caso di recesso di quest'ultimo dall'Unione europea". (GU n. 71 del 25-03-2019).

A.S. 1165 "Conversione in legge del decreto-legge 25 marzo 2019, n. 22, recante misure urgenti per assicurare sicurezza, stabilità finanziaria e integrità dei mercati, nonché tutela della salute e della libertà di soggiorno dei cittadini italiani e di quelli del Regno Unito, in caso di recesso di quest'ultimo dall'Unione europea". (Approvato con modificazioni il 17 aprile 2019 e trasmesso alla Camera dei Deputati).
.

PRINCIPALI DECRETI LEGGE APPROVATI

DECRETO-LEGGE REDDITO DI CITTADINANZA E PENSIONI - DECRETO-LEGGE 28 gennaio 2019, n. 4 "Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni". (GU Serie Generale n. 23 del 28-01-2019) - Entrata in vigore del provvedimento: 29/01/2019.

A.S. 1018 "Conversione in legge del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, recante disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni". (Approvato con modificazioni il 27 febbraio2019 e trasmesso alla Camera dei Deputati). - A.C. 1637 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, recante disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni". (Approvato con modificazioni il 21 marzo 2019 e trasmesso al Senato). - A.S. 1018-B (Approvato definitivamente il 27 marzo 2019).

Legge  28 marzo 2019, n. 26 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, recante disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni". (GU n. 75 del 29 marzo 2019).
:

DECRETO-LEGGE SEMPLIFICAZIONI - DECRETO-LEGGE 14 dicembre 2018, n. 135 "Disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione". (GU Serie Generale n. 290 del 14-12-2018).
.
A.S. 989 "Conversione in legge del decreto-legge 14 dicembre 2018, n. 135, recante disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione". (Approvato il 29 gennaio 2019 con modificazioni, nuovo titolo e trasmesso alla Camera dei Deputati). - A.C. 1550 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 dicembre 2018, n. 135, recante disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione". (Approvato definitivamente il 7 febbraio 2019).

LEGGE 11 febbraio 2019, n. 12 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 dicembre 2018, n. 135, recante disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione".  (GU n. 36 del 12-2-2019) - Entrata in vigore del provvedimento: 13/02/2019.
.

DECRETO-LEGGE FISCALE - DECRETO-LEGGE 23 ottobre 2018, n. 119 "Disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria". (GU n. 247 del 23-10-2018).

A.S. 886 "Conversione in legge del decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria". (Approvato il 28 novembre 2018 con nuovo titolo e trasmesso alla Camera dei Deputati). - A.C. 1408 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119 recante disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria".(Approvato definitivamente il 13 dicembre 2018).
.
LEGGE 17 dicembre 2018, n. 136 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria". (GU n. 293 del 18-12-2018).
.

DECRETI LEGISLATIVI - DPCM

DECRETO SOCIETÀ PARTECIPATE - DECRETO LEGISLATIVO 16 giugno 2017, n. 100 "Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 175, recante testo unico in materia di societa' a partecipazione pubblica". (GU Serie Generale n. 147 del 26-06-2017).
.

DECRETO MODIFICHE CODICE DEI CONTRATTI - DECRETO LEGISLATIVO 19 aprile 2017, n. 56 "Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50". (GU Serie Generale n. 103 del 5-5-2017 - Suppl. Ordinario n. 22).
.

DECRETO CODICE DI GIUSTIZIA CONTABILE - DECRETO LEGISLATIVO 26 agosto 2016, n. 174 "Codice di giustizia contabile, adottato ai sensi dell'articolo 20 della legge 7 agosto 2015, n. 124". (GU Serie Generale n. 209 del 7-9-2016).
.

Decreti Presidente della REPUBBLICA

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 25 novembre 2010, n. 223 "Regolamento recante semplificazione e riordino dell'erogazione dei contributi all'editoria, a norma dell'articolo 44 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133. (GU n. 299 del 23-12-2010).
.

VARIE

PCM - DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA - Circolare n. 6 del 4 dicembre 2014 - Interpretazione e applicazione dell'articolo 5, comma 9, del decreto-legge n. 95 del 2012, come modificato dall'articolo 6 del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90. (GU Serie Generale n. 37 del 14-2-2015). - «Incarichi dirigenziali a soggetti in quiescenza».
.

OSSERVATORIO BANCARIO E FINANZIARIO IN EUROPA E NEL SISTEMA REGOLATORIO INTERNAZIONALE
a cura dell'Avv. Laura Lunghi

PRESENTAZIONE

Il sistema europeo dei controlli pubblici sulle banche è stato interessato nel corso degli ultimi anni da un radicale processo evolutivo che super il modello della vigilanza armonizzata, cui si era sinora ispirata la legislazione europea, verso la realizzazione di una vera e propria Unione Bancaria, caratterizzata da una vigilanza integrata pienamente a livello sovranazionale........continua
.

"Profili giuridici della distribuzione assicurativa: la Direttiva (UE) 2016/97" di AA.VV..

continua>>>

SEGNALAZIONI

Corte dei conti - Intervento del Presidente della Sezione di controllo della Corte dei conti per la Campania, Fulvio Maria Longavita, alla cerimonia di apertura dell'anno giudiziario 2019.
.

Presentazione del volume a cura di Vito Tenore "La nuova Corte dei Conti: responsabilità, pensioni, controlli" (Giuffrè) presso la Scuola Nazionale dell'Amministrazione - Roma 17 ottobre 2018 da www.radioradicale.it
.

Corte dei conti, Sezioni Riunite in sede di controllo - Audizione del Presidente della Corte dei conti Angelo Buscema sulla Nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza 2018 presso le Commissioni riunite Bilancio della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica.
.

Corte dei conti, Sezione di controllo per l'Umbria - Giudizio di parificazione del rendiconto generale della Regione Umbria - Relazione orale del Presidente della Sezione Fulvio Maria Longavita - Udienza del 10 luglio 2018.
.

Corte dei conti, Sezione di controllo per l'Umbria - Inaugurazione dell’anno giudiziario 2018 della Sezione giurisdizionale della Corte dei conti per la Regione Umbria - Intervento del Presidente Fulvio Maria Longavita.
.

RECENSIONI

Fabrizio Giulimondi, Costituzione materiale, Costituzione formale e riforme costituzionali, Eurilink Editore, Roma, 2016, pp. 215.

continua>>>

Maurizio De Giorgi, Il giudizio di ottemperanza, Key editore, 2016.

continua>>>
Alberto de Roberto, Lezioni di giustizia amministrativa, Dike Giuridica Editrice, 2015.

continua>>>